Lo Stelvio versante Prato

Stelvio dal versante PratoCon i suoi 25KM,  i 48 tornanti, il muro finale e suoi bellissimi paesaggi tutti i ciclisti che affrontano questa salita non possono che rimanere incantati e rimarra impresso nella mente il tutto. Partendo da Prato i primi KM sono abbastanza tranquilli si inizia a costeggiare il torrente Rio Solda e pian pianino ci si immette nel bosco. Dopo aver percorso i primi 4,5 KM si arriva a Ponte allo Stelvio e qui bisogna ricordarsi che la vera salita è VICINA. I primi strappetti s’incontrano a Gomagoi dove s’inizia ad assaggiare la salita. Quando si arriva al bivio per Solda si troverà il masso militare dove si leggera di quanti tornanti ha questa salita fin su la vetta dello Stelvio. Il numero riportato è 48 che indica il numero di tornanti che mancano alla fine.

 

Una volta arrivati al km 8 si giunge a Trafoi qui si può rifiatare bene per l’ultima volta perchè da qui in avanti la salita PICCHIA.

Man mano che si va su al KM 14 s’incontrera il tratto più impegnativo nei pressi dell’albergo Weisser dove lasceremo alle spalle il bosco per incontrare un panorama mozzafiato. Da qui in poi, il panorama e la vista si aprono perché il bosco diventa sempre più rado.  Quando mancano circa 8 Km da lontano si vedrà il muro finale e bene si bisogna ricordarsi che quello bisogna AFFRONTARLO.

La strada e la salita si fa sempre più pesante sembra che non si arrivi mai alla vetta qui le pendenze dagli 8% al 10% accompagnano i ciclisti fin su la vetta.

Occhio che sulla vetta a 2700mt si può incontrare la NEVE anche in estate.

E alla si può andare fieri di aver affrontato una meravigliosa e affascinate avventura.

Ricordati che serve tanto ma tanto allenamento perchè a certe altitudini il respiro si fa più affannoso.

Lo Stelvio versante Prato ultima modidfica: 2014-10-10T09:06:09+00:00 da @E.C.