Sydney (Foto dal Mondo)

sydney

Sydney è una città dell’Australia sud-orientale, capitale dello stato del Nuovo Galles del Sud, è la città australiana più antica (fu fondata nel 1788) e più popolosa. Insieme a Melbourne, sua eterna rivale per il titolo di città più importante d’Australia, rappresenta il cuore finanziario, commerciale e culturale della nazione.

La città di Sydney, comune che comprende il nucleo storico sviluppatosi attorno al Sydney Cove, copre una piccola area di soli 25 km² per 169.505 abitanti, mentre la Grande Sydney è un’area metropolitana molto più vasta, che ricopre l’intero bacino del Parramatta, estendendosi dalla baia di Port Jackson fino a quella di Botany e verso l’interno, con una popolazione di oltre 10 milioni di residenti. Non esiste un ente amministrativo che copra tutto l’agglomerato urbano, se si esclude il periodo 1945–1964, quando tale funzione era svolta dal Cumberland County Council.

Sydney è una meta importante per il turismo locale e internazionale ed è stata più volte premiata come una delle città più belle e vivibili del mondo; è ammirata per la sua baia, la bellissima costa, il clima caldo e piacevole e la cultura cosmopolita. Fra gli eventi recenti che le hanno conferito maggior lustro e visibilità internazionale si ricordano le Olimpiadi di Sydney 2000 e la XXIII Giornata Mondiale della Gioventù, nel 2008. Gli abitanti di Sydney vengono chiamati sydneysiders o, meno frequentemente, sydneyites.

L’area che circonda il Sydney Harbour è stata abitata, per almeno 45 mila anni, da diverse tribù aborigene, che la chiamavano Warrane; le principali tribù della zona erano gli Eora e i Cadigal. Benché l’urbanizzazione abbia cancellato la maggior parte delle tracce di questi insediamenti, si trovano ancora dipinti rupestri in alcune zone. Gli europei iniziarono a interessarsi della zona a partire dal 1770, anno in cui il capitano James Cook avvistò Botany Bay (oggi un sobborgo meridionale di Sydney). Per ordine del governo britannico, nel 1788 Arthur Phillip fondò in questa zona un insediamento carcerario. Phillip sbarcò inizialmente a Botany Bay, ma decise poi di far vela verso nord e fondò l’insediamento definitivo a Sydney Cove, presso Port Jackson.

Phillip diede nome alla colonia New Albion, ma per motivi non del tutto chiari essa divenne presto nota col nome Sydney, da Lord Sydney (Thomas Townshend), che inviò a Phillip l’autorizzazione a fondare la colonia. La colonia fu meta di molte deportazioni di detenuti, principalmente di origine irlandese e inglese. Nella maggior parte dei casi, come gli australiani tengono a ricordare, i “detenuti” erano accusati di crimini quasi insignificanti o venivano semplicemente esiliati perché non graditi, spesso per motivi politici, alla spietata aristocrazia britannica dell’epoca.

Attorno all’insediamento iniziò presto a formarsi una piccola città, che venne via via popolata da immigranti in cerca di nuova vita. Già nel 1822 Sydney aveva banche e mercati; nel 1847, i detenuti costituivano ormai solo il 3,2 percento della popolazione check these guys out. Un’ondata particolarmente importante di immigrati ebbe luogo durante la corsa all’oro del 1851. Con l’industrializzazione, l’espansione della città ha accelerato, e all’inizio del XX secolo la popolazione complessiva superava di parecchio il milione. Sydney ha continuato per tutto il secolo a espandersi e accogliere nuove ondate di immigrati, prima europei e poi anche asiatici, che hanno contribuito a creare l’atmosfera cosmopolita di oggi. (Fonte Wikipedia)

Sydney (Foto dal Mondo) ultima modidfica: 2014-12-15T15:16:17+00:00 da @E.C.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

5 × cinque =